La Chiesa della Madonna delle Grazie

La chiesa della Madonna delle Grazie, in realtà dedicata alla Natività di Maria, fu innalzata nel 1266 nel luogo dove anticamente si trovava  il castello di Alassio, come ci ricorda un’iscrizione sull’architrave del portale laterale. La chiesa, che tra i benefattori ebbe alcune delle più importanti famiglie alassine, fu riedificata ed ampliata nel 1488, e subì numerosi rimaneggiamenti e restauri nel corso dei secoli fino a quelli per il Giubileo del 2000.

La semplice facciata ha il portale in pietra nera, sormontato dall’affresco della Madonna della Pace, eseguito nel 1946 dal pittore alassino Alberto Beniscelli. All’interno conserva uno splendido pavimento, tipicamente ligure, in piastrelle sagomate di marmo e ardesia. Sul settecentesco altare principale si trova la pala con la Natività della Vergine, opera tra le migliori della maturità di Giovanni Carlone, uno dei più importanti esponenti del “seicento genovese”. Sulla tribuna dell’organo è una curiosa decorazione a guazzo, con angeli musicanti tra decorazioni floreali, con al centro lo stemma di Alassio e un’iscrizione che ricorda le vicende della chiesa.