Il Parco di Villa della Pergola

La storia dei giardini

Il parco di Villa della Pergola ad Alassio è un raro esempio di parco anglo-mediterraneo interamente preservatosi nella sua estensione originaria.
Il parco nacque nella seconda metà degli anni settanta dell’Ottocento dal desiderio del Generale Montagu McMurdo e di sua moglie Lady Susan Sarah Napier di realizzare una dimora privata per trascorrere la stagione invernale e la primavera in Riviera. Originariamente l’attuale Villino della Pergola era la residenza estiva dei Conti della Lengueglia. La villa secentesca era circondata da coltivazioni a terrazza di agrumi, ulivi e carrubi, i cui frutti servivano per nutrire gli animali da soma e caratterizzata da alcune lunghe pergole sulle quali crescevano piante di vite.
L’intervento creativo dei McMurdo si caratterizzò anzitutto per trasformare quello che in origine era un podere agricolo ligure di campagna in un vero e proprio parco di piacere, introducendo molte piante ornamentali e alcune balaustre in terracotta per delimitare i punti panoramici di maggior pregio. I McMurdo, inoltre, costruirono l’altro edificio principale che sorge all’interno del parco, Villa della Pergola, e unirono i due ampi settori del parco con alcuni ponti in legno che permettevano di scavalcare l’antica mulattiera che sale lungo la collina senza mai uscire dal parco.

Per maggiori dettagli: http://www.giardinidivilladellapergola.com/index.php/storia

APERTURA

I Giardini sono aperti da marzo ad ottobre il sabato e la domenica.
L'ingresso è regolato con visite guidate su prenotazione, con partenza alle ore 9.30 - 11.30 - 15.00 - 17.00.
La visita dura circa 1h e 30 e si compie singolarmente e/o in piccoli gruppi.

Per maggiori informazioni: http://www.giardinidivilladellapergola.com/index.php/visita