La Pinacoteca Carlo Levi

Palazzo Morteo ospita in mostra permanente ventidue opere dello scrittore-pittore torinese (1902-1975) che aveva scelto la cittadina di Alassio come residenza estiva, concesse in comodato d’uso dalla Fondazione Carlo Levi.
La Pinacoteca dotata dei più sofisticati sistemi di climatizzazione per la conservazione delle opere, offre al visitatore una serie di paesaggi ritratti dall’artista nei lunghi mesi di permanenza nella località ligure.

I quadri esposti ad eccezione dell’Autoritratto con la pipa  sono stati dipinti tutti ad Alassio. Uno sul lungomare Méditerranèe, gli altri in collina, tra cui un famoso ritratto di Italo Calvino lo scrittore sanremese che ogni anno si recava in visita all’amico torinese nella Villa Levi sulla collina di Alassio.

In apposite bacheche è esposta una parte del Fondo storico di Carlo Levi, donato alla Città di Alassio da Antonio e Silvia Ricci, tra cui agende, lettere, appunti e bozzetti e il famoso manoscritto del "Quaderno a cancelli".